Dirty hands and beauty

Biennale Danza 2015, Venezia


Photo: Michelle Davis

 

Dirty hands and beauty è uno dei progetti della Biennale Danza 2015 di Venezia con le coreografie di Cesc Gelabert.

Basato su un frammento del libro di Paul Auster, Winter Journal, il progetto è stato ispirato dall’idea di un caleidoscopio, una rapida sequenza di immagini mentali di tutte quelle cose che abbiamo toccato con le mani durante la nostra vita, dalle più belle alle più disgustose. Bellezza, mani e sporcizia, sono concetti e danno vita a relazioni e contrasti, con le loro ambiguità, così può esistere una bellezza sporca ma anche una bella sporcizia.

Link alla pagina web dedicata di Gelabert Azzopardi.

 

CREDITS


Coreografia: Cesc Gelabert
Musica: Borja Ramos
Danzatori: Elena Ajani, Savina Casarin, Giulia D’Antiga, Samuel Nicola Fuscà, Silvia Giordano, Annalisa Luise, Giulia Pardi
Produzione: La Biennale di Venezia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 + sei =

Torna su